La tecnologia 3D imita il naso dei cani per trovare gli esplosivi.

Ecco un interessante utilizzo delle stampanti 3d.

 

Prototipo-in-3d-dal-naso-di-un-cane.

Sappiamo tutti quanto sia proverbiale il fiuto dei cani. L’uomo da sempre si è avvalso del loro aiuto per stanare la selvaggina durante le battute di caccia o per trovare i tartufi.

La polizia ne fa tuttora un ampio uso per la ricerca di sostanze stupefacenti negli aereoporti, per ritrovare persone scomparse o fiutare esplosivi.

Proprio quest’ultimo utilizzo ha destato l’interesse dei ricercatori dell’Istituto Americano per la Tecnologia e gli Standard (Nist) che hanno deciso di creare un naso artificiale, stampato in 3D, capace di trovare gli esplosivi.

Per farlo hanno osservato il funzionamento della respirazione canina e, attraverso un modello del muso di un labrador femmina realizzato tramite una stampante 3d, sono riusciti a studiare da vicino l’aerodinamica del fiuto. Hanno quindi scoperto che i cani, quando fiutano gli odori, aspirano l’aria almeno 5 volte al secondo in modo da catturare ogni singola nota olfattiva con l’aiuto di trecento milioni di cellule recettive.

Il naso artificiale stampato in 3D quindi, replicando la fisiologia del cane, funziona esattamente come quello di un cane vero, muovendo l’aria al suo interno allo stesso ritmo.

Con i risultati di questa ricerca, gli studiosi sono riusciti a creare una valvola per un rilevatore di esplosivi fino a 18 volte più efficace rispetto alle tecnologie attuali.  Senza dimenticare i vantaggi per i nostri amici animali: col naso artificiale si può evitare di utilizzare i cani in manovre pericolose evitando così di esporli ad inutili pericoli.

Questo è un mirabile esempio di quanto la tecnologia 3D possa fare per migliorare il nostro mondo e semplificarci la vita!

Ma la stampa 3d ci può venire in aiuto in innumerevoli modi dato che le sue applicazioni sono davvero tante: dal settore industriale di alta precisione, all’hobbistica, all’architettura, alla moda, al design… Infinite possibilità per una tecnologia che è ancora in piena evoluzione e che ci accompagnerà per mano verso il futuro.

0 Commenti

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*